BREAKING NEWS

martedì 24 settembre 2013

Varano Lake Tri 2013

Ore 6,25 del mattino, la sveglia suona.
5 minuti giusto per aprire gli occhi e andare a fare colazione con Giancarlo e Alessandro.
4 fette biscottate con marmellata, niente di più, non ho fame e sono svogliato al massimo.
Di queste gare mi pesa la sveglia, l'alzarsi presto, preparare le 50cose che ti occorrono per gareggiare... senza contare la paura e i dubbi che il giorno prima mi travolgono.
Ne parlavamo a cena con Giorgio, il giorno pre gara per me è critico. Malgrado sono sicuro di quello che faccio e la preparazione è stata quella giusta, penso sempre alla frazione di nuoto, alle botte, al respirare, al bere, all'acqua negli occhialetti, ai crampi...
Una volta indossata la muta e messi a posto gli occhialetti, mentre a piedi scalzi siamo tutti sulla spiaggia, tutto passa, vola via.
Mi tuffo per fare un po di bracciate nel canale, l'acqua è calda, puzza di gasolio ma è calda. Il mare è mosso già alle 7 del mattino, e allora ci fanno fare un giro e mezzo nel canale per poi uscire in mare e tornare sulla spiaggia in direzione zonacambio.
Nuoto bene, mi rilasso, sono appena 2km scarsi, che vuoi che siano. Gli occhialetti vecchi (nei nuovi entra acqua da tute le parti) fanno alla perfezione il loro lavoro, non si appannano e non entra una goccia d'acqua, allungo la bracciata e mi rilasso ancora, sto bene.
Passo le ultime boe per dirigermi in mare, le onde si fanno sentire, subito giro per la spiaggia, accanto agli scogli.
Qualcuno a 4 metri da me cammina con l'acqua alle ginocchia, mi metto in piedi anch'io, ma affondo, faccio qualche bracciata verso riva, ma ancora non si tocca, ma come cazz...
Ero praticamente messo dentro una sacca formata dalle onde sugli scogli, in pratica sono rimasto li per un minuto buono, nuotando verso riva invano.
Faccio quattro bracciate isteriche verso quelli che tranquillamente camminano a 4 metri da me quasi travolgendoli, e infatti mi guardano strano, finalmente tocco terra.
Esco velocemente e vado verso Aran.
Incrocio Giancarlo che sta preparandosi per salire in sella, possibile? Pensavo peggio, in macchina realizziamo che io ho nuotato benino e lui malino.
Stavolta faccio tutto alla perfezione, non dimentico niente, prendo Aran, ci aspettano 90km a tutta!
Si, a tutta. Non voglio risparmiarmi, se scoppio pazienza.
Non ho la forma di Pescara, ma mi sono allenato per azzardare qualcosa.
16 minuti circa per fare i 10km del piattone iniziale (per la media fateve i conti), si gira intorno al lago e si entra nel tratto ondulato. Me lo ricordavo più faticoso, quest'anno, forse i tenti allenamenti in bici, non lo soffro per niente. Sulle salite brevi ma ripide metto il 25, e non mi pesa affatto, sto bene. Si passa a Cagnano, la gente ti guarda con curiosità, malgrado questo sia il secondo anno. Si scende di nuovo a valle, per poi risalire verso Carpino. Su e giù, su e giù, e io pedalo ancora bene.
Le ruote a razze prestatemi da Carlo tagliano il vento forte che troviamo in cima alla salita superato Carpino, vanno una meraviglia.
Si torna di nuovo indietro e si ripassa per Cagnano, e poi di nuovo il mangia e bevi lungo lago.
Sul piattone finale potrei dire tante cose, ma visti i precedenti mi limito a dire che ho sempre e solo sorpassato e che ho impiegato sempre all'incirca 16minuti per percorrerlo (dal cartello 80°km dopo la curva), almeno questo dice il garmin.
Il Trofeo Master 37 ancora non sappiamo a chi sia andato, di sicuro non a me, ma l'impegno, dopo 80km è stato tanto.
30.4 la media finale su 89km, bene.
Scendo dalla bici tra gli applausi del pubblico (stavolta è vero, sono in pochi ma qualche clap clap c'era).
Una bella sensazione vedere la rastrelliera ancora vuota, non sono andato tanto male.
T2 da record, 1 minuto e 20 secondi, cappello e Mizuno, via.
Corro bene, il passo è regolare, il sole fa capolino tra le nubi, fa fresco. 5 giri da 4km circa con l'ultimo piu lungo. Sta cosa dei 5 giri mi piace, incontro tutti i miei amici e conoscenti vari, più e più volte, è un continuo incitare. Stefano vola, ma non vuole passarmi neanche un braccialetto, a differenza di Giorgio che me lo porge da lontano. Negli ultimi due giri la fatica comincia a farsi sentire, la sosta ai ristori si allunga, ma riparto sempre bene, ma soffro, ma riparto, ma soffro.
Ho fatto una bella corsa malgrado tutto, ho penato un po ma non ho mollato un attimo, anzi, nell'ultimo giro ho allungato anche un pò, facendo salire i battiti fino a 158. FCM finale 152
Chiudo i quasi 21km in 1ora e 40 minuti, contento e soddisfatto.
E' stata una stagione con tante soddisfazioni, chiusa in bellezza in un posto molto bello.

Questa è la vera storia del mio Varano Lake Tri 2013, anche se trovo più divertente la versione Fake.
Adesso pensiamo al prossimo anno.
Già prenotate la 42km a Roma, il 70.3 a Pescara e l'Ironman a Francoforte.
Adesso mi riposo, prima di fine anno la corsa tornerà a primeggiare, ma fino a Settembre non ci voglio pensare.
Da Varano è tutto, linea allo studio.

aran

giorgio claudiano strong e diego






5:13:13 il mio tempo

Io Strong e SenzaPonte ce famo du conti

io strong senzaponte e fabrizio

zonacambio team
da sinistra
Stefano, io, Giuliano, Giancarlo, Diego, Claudio, Stefano, Giorgio

io e aran

23 commenti :

  1. si ricaricano le pile prima della nuova stagione.

    Grandissima gara e annata!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri no, ma oggi so stanco, tanto.
      Scarico una settimana, poi ci organizziamo ;)

      Elimina
  2. ma che cosa buffa, per il prossimo anno abbiamo degli impegni simili, come sarà?

    RispondiElimina
  3. senti, quel cazzaro sarà divertente ma per me resti er mejo, visto il poco che hai fatto....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Yò nuoto veramente poco, bici me so allenato, corsa così così... che poi devo cambià il tempo della mezza, quello che ho messo è compresa la T2 :)

      Elimina
  4. Grande gara, complimenti. La prossima volta che mi passi in salita (se mai ci dovesse essere una prossima volta :-O) lanciami una cima da traino...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stè la prossima volta avrai un body migliore di quello che indossavi, così almeno ti riconosco!! Grazie!!!

      Elimina
  5. Ormai sei fuori portata... ma chissà che a Firenze ?!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma quale fuori portata, eri solo poco allenato, e lo sai ;)

      Elimina
  6. oramai sei un vero atleta , il master cazzaro dov'e'???????complimenti!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lello, è sempre qui tranquillo! :)

      Elimina
  7. Risposte
    1. Grazie Frà, ma anche tu non scherzi, pronto per Venezia?

      Elimina
  8. A Pescara spero tanto di essere dei vostri...manca ancora un botto...ma il tempo volaaaaaaaaaa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mauro DEVI essere dei nostri! Per forza!!!!

      Elimina
  9. Complimenti x la bella stagione la prossima ti seguo ..... Sul blog intendo. A presto x una gara a tavolino, anche se non escludo la 42 di Roma ciaooo s.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefano, ci vediamo a Roma allora!

      Elimina
  10. Ci stavo quasi credendo, al Fake Tri :-/

    RispondiElimina
  11. Grandissimo! Complimenti! Senti, come va la Kalibur? Io sto trattando su bmc una kuota kueen, 1800 cucuzze senza ruote le vale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ciro! Grazie! :)
      Le vale tutte fino all'ultimo cent! La regina ha un ottimo telaio, non te ne pentirai! ;)

      Elimina

Dimmi cosa ne pensi