Firenze Marathon 2013, nel bene e nel male


Due romani a Firenze (Yogi)
 ...alla ricerca di quel 'podista smarrito' che alla fine hanno ritrovato.
Yò doveva essere il terzo, ma cause cos(stol)e impreviste ha dovuto rimandare, e allora, dal suo comodo divano ci ha immortalato in una delle sue più belle opere (Ptciù!)

Anche se è la mia 18^ è inutile fare finta di niente, la tensione prima di una maratona si tocca con mano.
Un leggero fastidio allo stomaco il giorno prima durato un oretta è sintomo di nervosismo, di tensione appunto, fastidio che non provavo dal 30 giugno, lì però mi è durato un paio di giorni.
Con Giancà arriviamo a Firenze nel primo pomeriggio, ritiro dei pettorali, incrocio al volo con Kikko, Andrea&Ivana, Stefano, Daniele... tanta gente.
La cena da Zio Gigi, ormai il Cantinone di Firenze, è stata memorabile, Leo organizza tutto, aggiunge e toglie posti in tempi record, ma lui ormai è un recordman!
Presenti io Giancà, ErMoro, Leo, Bress, MauroBTR, Stefano (exFrateTac), Nereo e altre 20 persone, in pratica mezzo locale è nostro!
Un bel weekend.
Ma veniamo a noi.
Con calma io e Giancà ci svegliamo alle 6.45, dopo 15minuti siamo a fare colazione in un hotel a 5stelle lusso, ci portano ogni ben di Dio, ma noi optiamo solo per qualche fetta biscottata e marmellata.
Andiamo in zona cambio... a no, in zona partenza e le 11000 persone cominciano ad essere troppe per questa organizzazione, pochissimi i bagni (20minuti di fila) organizzate malissimo le entrate nelle gabbie, gente accalcata che spingeva, gente da 6al km insieme a quelli di 4al km... uno scandalo.
E infatti il primo km lo chiudo a 4:55, cominciamo male. I continui zigzag mi preoccupano, il ginocchio è in ascolto, ma non da noie.
Cerco di recuperare i secondi persi, e infatti passo al 10°km in 46 minuti, bene, ora mi stabilizzo sui 4:35 minimo 4:38 massimo. Il ginocchio da fastidio, ma niente di preoccupante, se rimane così va bene. Riprendo Giancà che come al solito è partito molto avanti, facciamo un km insieme a 4:35 ma lui dice che è un pelo troppo veloce, io provo a tenere il passo.
Arrivo alla mezza in 1:38 ma a quel punto il dolore è diventato realtà.
Comincia lo sconforto, sto solo a metà e non credo che riuscirò a finire la gara in queste condizioni. Più di una volta ho accennato a mollare. Quando ci siamo diretti verso lo stadio ho pensato che se passo quello, in un modo o nell'altro, l'avrei comunque portata a termine, ma se il dolore li fosse peggiorato sarebbe stato un calvario.
Al 25° affianco il Bress in difficoltà, facciamo un paio di km insieme, anch'io non sto messo bene, ma il dolore è stabile, provo a rimettermi al mio ritmo, lo abbandono al suo destino (scusa fratè).
Arrivo al 30°km qualche secondo sopra le 2:20, capisco che le 3:14:59 sono ormai andate, ma se riesco a stare sotto ai 5al km l'under 300minuti 200minuti non me lo toglie nessuno.
Ma questo è il punto preciso in cui esce il maratoneta, dal 30° al 35°
4:34 il 31°
4:40 il 32°
4:31 il 33°
4:36 il 34°
4:36 il 35°
2 ore 43 minuti bene, ma il dolore ormai è diventato forte.
Stringo i denti, facciamo sti 5km, arriviamo al 40° poi gli ultimi 2km verranno da soli (col cazzo).
36° 4:30 ai
37° 4:34 aia
38° 4:42 dolore
39° cazzo, sto zoppicando, corro male e malgrado il pubblico ti incita e urla come non mai io soffro 4:49
Passo al 40° in 3:07
Non mollo, il coltello non era fra i denti ma nel ginocchio, basta fare 2 fottuti km sotto a 5 ed è fatta.
Nino su ponte vecchio non mi vede, lo chiamo due volte con un tono di voce quasi incazzato, ma non per lui, per il dolore che avevo.
4:50 al 41° e 4:47 al 42° sei mia, Firenze stavolta non ce l'hai fatta a battermi.
3:17:55 sul Garmin.

Ho sempre odiato sta gara, anche se il percorso nuovo è molto scorrevole e bello (anche il cavalcavia del 37°km è stato bellissimo) credo che non tornerò prima di altri 5 anni.
Inizialmente non lo ero affatto, ma riflettendo a freddo mi ritengo soddisfatto malgrado i dolori (io corro per divertirmi non per soffrire), se non avessi avuto 'quel ginocchio' avrei puntato ad altro, in alto, ma va bene così, l'importante è aver scoperto le mie potenzialità.
Ora pieno relax, questa lunga stagione finisce qui e con un personal best, chiudo in bellezza insomma, sono contentissimo!
See you later!

Commenti

  1. non so come tu abbia fatto a correre sotto i 5' col dolore al ginocchio...

    bravo ancora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stè pensando sempre "che vuoi che siano 10km" poi 8 poi 5 poi 2... non mi sono mai fermato perchè se lo facevo non sarei mai ripartito
      no pain no gain ...se dice così mo!

      Elimina
  2. una maratona da uomo di ferro! Bravo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marco sicuramente l'ironman mi ha aiutato tantissimo, quando volevo mollare ci pensavo sempre. Grazie :)

      Elimina
  3. non ti vedo. esagggggerato. un attimo di distrazione. e poi ho fotografato il tuo lato (come dice tua moglie) migliore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nino la signora è contenta di questo, mai nessuno che me lo fotografa!

      Elimina
  4. che se poi venivo anch'io facevo come la sorella di totò e peppino che resta in albergo... :)) tra 5anni riparliamone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè, stavolta è andata così, la prossima non c'è scusa che tenga!
      Riparliamone ;)

      Elimina
  5. complimenti Gianluca, grandissima prova di forza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Luì, la gamba ha ceduto ma la testa ha fatto tutto stavolta, mi serva di lezione :)

      Elimina
  6. Mi spiace non averti beccato! ...Partendo dal fondo del gruppone ho beccato er Moro nei primi km mentre correvo con Casciarri delle Iene nella staffetta per l'ospedale Meyer e poi mi son ritrovato a fare il passo ad un'amica e non eravamo nemmeno troppo distanti (1.35.09 alla mezza) ed ho finito per arrivare fino in fondo...cmq una maratona terminata è sempre una vittoria bravo! alla prossima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Albe mi ha passato dopo il 10° allora, quando ero con Giancà, forse eravamo distratti anche noi. Grazie e alla prossima sicuramente!

      Elimina
    2. No ho tagliato i viali per Santa Maria Novella ed ho aspettato i primi sul ponte della Vittoria all'uscita del sottopasso...poi sono andato con la mia amica a 4.25/4.30...3.11.00 il finale per lei!

      Elimina
  7. Una maratona così bella non merita 5 anni d'attesa.. :P
    Comunque BRAVISSIMO! Farai anche meglio in futuro,solo qualche inconveniente ha messo qualche minuto sul conto finale.. ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Andrè, sono convinto anch'io che andrà meglio la prossima, ma non Firenze, bella bella ma... vedremo non si sa mai :) Grazie!

      Elimina
  8. beh...hai distrutto il pb .....ed è tantissimo!!! poi....per come hai stretto i denti...solo tanti applausi!!
    percorso scorrvole? mmmm...ma non c'era qualche ponticello e sottopasso? e parecchie curve in centro? eheheh io ero proprio alla frutta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mauro, anche tu non hai proprio giocato alla fine, per come stavamo conciati è andata benissimo a entrambi ;)
      Si a parte il sottopasso fatto due volte e il ponte le curve erano veramente troppe, ma decisamente scorrevole comunque nel totale dai

      Elimina
  9. E bravo il master... Ocio che hai scritto under 300 e non 200!
    Mi sono divertito a seguire voi cazzari su WA... Però siete un ingorgo sul mio cellulare... meno male che ho la vibrazione attiva :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Alessà, io coi numeri me impiccio tanto, vado a correggere subito :)
      Su WA ormai è d'obbligo la notifica disattivata per i gruppi, troppo casino, ma ormai non ne posso fare a meno di tutti quei cazzari!

      Elimina
  10. Risposte
    1. Franco grazie, ormai ho preso il via, e la cosa comincia pure a piacermi, anche se zoppico :)

      Elimina
  11. complimenti per il tempone da paura! stringere i denti a volte ripaga :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gianlù sicuramente l'aver combattuto mi ha ripagato, se avessi mollato non me lo sarei perdonato :)

      Elimina
  12. Temo la vicinanza di Giancarlo ti abbia fatto diventare una macchina infallibile, una macchina dove anche il ginocchio e` diventato solo un accessorio: impressionante! E complimenti! Antonio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Antò, stavolta l'obiettivo era l'under 200 a tutti i costi, che poi anche RB aveva lo stesso obiettivo... si anche quello ha contribuito in parte ;)

      Elimina
  13. ahahh mi hai fatto divertire col tuo racconto, bravisimo e stoico ad arrivare in fondo con il ginocchio malandato, allora appuntamento per il 2018.

    p.s. ho visto il cadavere del bress nei pressi dell'arrivo, si era appena suicidato con una pistolata in testa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Andrea prima del 2018 però una cena con noi e il Bress la devi fare!
      E complimentissimi per il tuo tempo, Alien!!

      Elimina
  14. grandissimo Master.. adesso curati sto ginocchio pero' ... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Pimpe, lo farò lo farò, promesso! :)

      Elimina
  15. complimenti per il crono, grande determinazione corrrere con il dolore al ginocchio, ma ora curalo, che deve durare a lungo :O

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale, si ha da macinare parecchi km quest'anno, ma ora lo faccio riposare per bene :)

      Elimina
  16. Eroico Gianlu... certo che se hai corso sotto i 5' con quel dolore... vuol dire che dopo 3,8 di nuoto e 180 di bici la DEVI fare allo stesso ritmo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diego sarà difficile, ma l'obiettivo è quello, un 2014 da incubo mi aspetta!

      Elimina
  17. E'stato un piacere rivederti anche se solo 5 minuti all'Espo,comunque mentre andavo a recuperare la borsa dopo l'arrivo ti ho visto sul rettilineo prima di entrare in piazza S.Croce che andavi a prenderti il tuo personal best,ti ho gridato "Vai Master!!" ma eri troppo concentrato sull'obiettivo finale per girarti...grande risultato Gianluca!!!
    Ci vediamo a casa tua a Marzo.-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kikko ma ero concentrato sul dolore che avevo, un male boia. A Marzo però arriverò senza dolori ...sperem!

      Elimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. Grandissimo Master,
    vedere te ed RB seduti allo stesso tavolo da Zio Gigi e' stato per me un privilegio ed un immenso piacere.
    Tu torni da Firenze con un PB ed un ginocchio che fa i capricci, io torno da Firenze con la mia prima maratona conclusa e zoppicando per la fascite plantare. Possiamo forse lamentarci? Direi di no!
    Hai sconfitto Firenze e soprattutto hai sconfitto la sfortunata tradizione che dice pioggia ogni volta che gareggi nel capoluogo toscano.
    La tua stagione e' stata straordinaria e questa maratona rappresenta la famosa ciliegina sulla torta.
    Adesso riposiamo e godiamoci questa bella impresa!
    Complimenti davvero!
    Leo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Leo fare con facilità una 42km con i tempi come i tuoi la dice lunga... a Berlino non oso immaginare!
      Grazie e complimenti a te maratoneta!

      Elimina
  20. Risposte
    1. Bress la prossima volta coltello fra i denti! ...non nel ginochhio!

      Elimina
  21. Ci siamo detti tutto... ma confermo visto che scripta manent.
    Vai sotto a 3h se ci metti la capoccia e pure se il ginocchio regge

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E se smetto di fare triathlon, le 3 ore non sono impossibili ma neanche facili, dovrei solo correre come ho fatto da settembre... magari il prossimo anno Reggio Emilia la provo ;)

      Elimina
  22. Risposte
    1. Grande Sparky!
      Sai chi è Sparky vero??? ;)
      Abbiamo parlato di te col Bress fratello, te fischiavano le orecchie sabato scorso???

      Elimina
  23. Preside'.. Inizi ad essere IMBARAZZANTE con i tuoi risultati e PB!
    OTTIMO e LODE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Battè davvero, è stato un anno veramente intenso, ora mi riposo un po e poi si ricomincia!

      Elimina

Posta un commento

Dimmi cosa ne pensi